Coaching

Chi è per me il Mental Coach


È colui che guarda alle persone in termini di potenzialità assistendole nel loro processo di apprendimento, cambiamento ed innovazione. Mi è sempre piaciuta l’ idea di associare il Mental Coach ad un navigatore satellitare. Ricorrere ad un navigatore satellitare spesso ci mette nella condizione di giungere prima a destinazione utilizzando il minor e miglior tempo a disposizione ed il tragitto più semplice ed efficace. Direi che in altre parole rappresenta “la corsia preferenziale per eccellenza” tutte le volte in cui ci prepariamo a muoverci, in altre parole, ad entrare in azione. Il navigatore satellitare è un dispositivo progettato per assistere il conducente di un’automobile indicandogli il percorso da seguire per raggiungere una qualunque meta preimpostata partendo dalla sua posizione iniziale. In questa descrizione troviamo aspetti determinanti del Mental Coaching:

  • la necessità di darsi un obiettivo, (sviluppare le proprie potenzialità)
  • la preimpostazione della destinazione (pianificare e stabilire i propri obiettivi)
  • il percorso Da/A (visualizzare e focalizzare una meta attraverso la costruzione di una ROAD MAP) che permette di superare le resistenze al cambiamento, di passare dall’ intenzionalità all’ azione migliorando la qualità della propria vita.

Mi piace pensare di trasmettere al prossimo ciò che è stato insegnato e trasmesso a me secondo un modello, non soltanto fatto di tecniche mentali ma fatto anche di momenti di divertimento, momenti di riflessione comune e di crescita consapevole. Il divertimento (ENJOY) è INDISPENSABILE durante un percorso di Coaching, se riusciamo a “Fare senza preoccuparci” otteniamo risultati migliori.

Mi piace poter condividere coi miei Coach lo stesso entusiasmo e la stessa curiosità di un bambino davanti ad un puzzle da comporre, dove si trova a mettere insieme ed unire tutti i pezzi che danno quel significato e quella compiutezza che gli permette di sentirsi vivo, motivato e realizzato perché ha creato dal nulla un qualcosa di nuovo.
Il Mental Coach è tutto questo e ancora di più.


Chi non è per me il Mental Coach


E’ un professionista che ha imparato a “non raccontarsela e a non raccontartela”. Mi spiego meglio..
Rispetto e credo fermamente nel mio lavoro che parto dal presupposto che chi si rivolge a me vuol essere seriamente motivato al cambiamento poiché è di fondamentale importanza consapevolizzare di voler cambiare veramente per poter ottenere i risultati desiderati. Sono le piccole azioni ripetute nel tempo che portano al conseguimento del proprio obiettivo.

Il primo passo per affrontare un autosabotaggio è quello di porsi un piccolo obiettivo a breve termine.


Allenare con costanza e motivazione il proprio cambiamento è la sola possibilità per trasfomare il proprio sogno in opportunità.


Come?
Per prima cosa sarebbe utile chiedersi: “Perché voglio che una determinata cosa si realizzi?”. Uno dei fattori più importanti che portano le persone al raggiungimento del proprio obiettivo è il loro “ perché”. Quando si ha un “perché” sufficientemente importante, il “ come” diventa facile. A questo punto hai una grande partenza che ti permette di passare dall’intenzione all’ azione! La volontà della persona è un aspetto determinante se sceglie di intraprendere un percorso di Coaching “Dove c’è la volontà, c’è una strada..”

L’impegno, il volersi migliorare sono fondamentali per gettare le basi su un reale cambiamento poiché l’onestà verso se stessi incrementa ed accresce l’autostima facilitando la presa di coscienza e la responsabilità di chi si vuole essere e cosa si vuole fare della propria vita.

Se la felicità è una scelta, scegli di essere felice

Il Focus è sul tempo presente che determina un’azione concreta specifica e realistica verso il risultato che si vuole ottenere. E come diceva Einstein: “Non possiamo pretendere che le cose cambino, se continuiamo a fare le stesse cose”. Il Talento, il proprio potenziale vanno costantemente allenati per non rimanere inespressi.

I sogni sono opportunità che si nascondono all’interno della nostra mente,
andiamoceli a prendere